Quinoa agrodolce con spiedini di gamberi

Quinoa agrodolce con spiedini di gamberi

I piccoli e tondeggianti semi della Quinoa sono ricchi di proprietà nutritive, facendone un alimento sano, completo e bilanciato adatto anche ai celiaci. La quinoa si può gustare semplicemente con un filo d’olio o usare come base per ricche insalate, contorni o primi piatti. Noi abbiamo deciso, considerando la sua versatilità di farne un secondo agrodolce, sperando piaccia anche a voi.

Quinoa agrodolce con spiedini di gamberi
(per 4 persone)

120 gr. di quinoa
12 code di gambero
4 peperoncini verdi dolci
4 pomodori pizzutelli, di circa 35 gr. ciascuno (oppure 150 gr. di pomodori ramati o cherry)
2 kiwi gialli
olio extravergine d’oliva
3 gocce di tabasco
5 gocce di salsa Worcestershire
sale
sale grosso

Sciacquare la quinoa e metterla in una casseruola con acqua fredda, portare ad ebollizione, salare, ridurre la fiamma e lasciar cuocere per circa 15 minuti. Scolare e mettere da parte a far raffreddare. Lavare e sbollentare i pomodori in acqua salata per 30 secondi, spellarli, eliminare i semi e tagliarli a pezzettini piccoli. Lavare e mondare i peperoncini e affettarli molto sottili. Sbucciare i kiwi e tagliarli a cubetti piccoli. Aggiungere il tutto alla quinoa, condire con 2 cucchiai di olio, aggiustare di sale e mescolare delicatamente. Accendere il forno a 160°. Lavare le code di gambero, tuffarle in acqua bollente salata per 3 minuti. Scolare, lasciar intiepidire e sgusciarle, mantenendo la frangia terminale. Preparare il condimento, emulsionando 1 cucchiaio di olio con il tabasco e la salsa Worcestershire. Infilare le code su 4 spiedini di legno, spennellare con la salsa preparata e infornare per circa 10 minuti. Disporre la quinoa nei piatti singoli e servire con gli spiedini.




If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Related posts:

Subscribe

Subscribe to our e-mail newsletter to receive updates.

, , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un Commento