Latest Posts

bella in rosa 1

Bella in rosa

Bella in rosa….una romantica commedia americana degli anni 80, con protagonista una Molly Ringwald spesso vestita di rosa.

E’ il primo nome che mi è venuto in mente pensando a questa crostata primaverile, con tutte le sfumature di questo colore.

Un cremoso di fragole, una mousse di fragole e una crema leggera di lychees: il sapore vi conquisterà al primo assaggio.

bella in rosa 1

bella in rosa 2

bella in rosa 3

Bella in rosa - per 6-8 persone
Print
Ingredients
  1. - Pasta frolla Milano -
  2. 250 g di farina 00
  3. 125 g di zucchero a velo
  4. 125 g di burro morbido
  5. 50 g di uova intere
  6. semi di ½ bacca di vaniglia
  7. - Cremoso alla fragola -
  8. 160 g de polpa di fragola
  9. 100 g de zucchero semolato
  10. 84 g di uova intere
  11. 167 g de panna fresca
  12. 1 cucchiaino da the di amido de mais (2 g)
  13. - Crema leggera di lychees -
  14. 120 g di polpa di lychees
  15. 32 g di zucchero semolato
  16. 2 cucchiai di succo di limone
  17. 4 g di colla di pesce in fogli da 2 g
  18. 107 g di panna montata
  19. - Mousse di fragole -
  20. 345 g di polpa di fragole
  21. 103 g di zucchero a velo
  22. succo di 1 limone grande
  23. 10,3 g di colla di pesce
  24. 144 g di panna semi-montata
  25. - Glassa rosa -
  26. 92 g di acqua
  27. 305 g di zucchero semolato
  28. 221 g di panna fresca
  29. 105 g di sciroppo di glucosio
  30. 40 g di zucchero invertito (o miele chiaro)
  31. 1 g di sale fine
  32. 15,6 g di colla di pesce in fogli da 2 g (200 bloom)
  33. 90 g di acqua fredda per la gelatina
  34. 1 g di colorante rosso
  35. - Per decorare -
  36. Frutti rossi a piacere
Instructions
  1. - Pasta frolla Milano -
  2. Nella ciotola della planetaria con la foglia, sabbiare il burro con lo zucchero a velo.
  3. Aggiungere le uova ed infine la farina setacciata.
  4. Impastare solo il tempo necessario per ottenere un impasto omogeneo.
  5. Avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per almeno 3 ore.
  6. - Cremoso alla fragola -
  7. Mettere nel bicchiere del frullatore tutti gli ingredienti e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  8. - Per foderare l’anello -
  9. Imburrare e appoggiare il cerchio microforato da 21 cm di diametro e 2 cm. di altezza su una teglia con carta da forno (io ho utilizzato teglia e tappetino microforati).
  10. Su un ripiano leggermente infarinato, con il mattarello stendere la pasta a 2,5-3 mm. di spessore e foderare la base ed i bordi.
  11. Rimuovere l’eccesso di pasta con un coltello affilato (nonostante il tappetino e la teglia microforata, io buco comunque la frolla sul fondo).
  12. Riporre in frigo nuovamente per 2 ore.
  13. - Cottura -
  14. Accendere il forno ventilato a 160°.
  15. Cuocere la frolla per 10 minuti e lasciar raffreddare un pochino.
  16. Versare nel guscio il cremoso alla fragola e cuocere per 35-40 minuti.
  17. La crostata è pronta quando il centro risulta ancora un po’ traballante.
  18. Lasciar raffreddare completamente e ripore in frigo per qualche ora (io l’ho congelata).
  19. - Crema leggera di lychees -
  20. Foderare con pellicola un anello da pasticceria di 16 cm di diametro e mettere da parte.
  21. Ammollare la colla di pesce nell’acqua fredda.
  22. Portare una parte di polpa di lychees a 35°C e sciogliervi lo zucchero semolato.
  23. Aggiungere il succo di limone.
  24. Aggiungere al composto la colla di pesce reidratata e sciolta, aggiungere la restante polpa e mescolare con una frusta fino a completo scioglimento.
  25. Con una spatola, aggiungere al composto la panna semi-montata in 2 o 3 volte con movimenti dal basso verso l’alto.
  26. Versare nell’anello preparato, lisciare la superficie con una spatola a congelare.
  27. - Mousse di fragole -
  28. Ammollare la colla di pesce in acqua fredda.
  29. Frullare le fragole e setacciarle (facoltativo).
  30. Aggiungere lo zucchero a velo, succo di limone e frullare il composto.
  31. Scaldare una parte di polpa, aggiungere la colla di pesce strizzata e far sciogliere completamente.
  32. Aggiungere la rimanente polpa fredda e amalgamare.
  33. Aggiungere in 2 o 3 volte la panna semi-montata con movimenti dal basso verso l’alto.
  34. Appoggiare la parte bianca dello stampo Eclypse (o un anello da 18 cm di diametro) su un vassoio.
  35. Versare una parte di mousse nello stampo e lasciar indurire in freezer per qualche minuto.
  36. Inserire la crema leggera di lychees congelata e premere leggermente.
  37. Ricoprire con altra mousse fino al bordo dello stampo, lisciare con una spatola e congelare.
  38. - Glassa rosa -
  39. Ammollare la colla di pesce nell’acqua fredda e tenere da parte.
  40. Mettere la panna, lo sciroppo di glucosio, lo zucchero invertito ed il sale in una casseruola e portare a bollore.
  41. Contemporaneamente cuocere l’acqua e lo zucchero fino a 125°C.
  42. Versare dolcemente lo sciroppo sul composto di panna e mescolare bene.
  43. Attendere che la temperatura scenda intorno ai 70°C e aggiungere la colla di pesce strizzata ed il colorante.
  44. Frullare con un frullino ad immersione (vedi note).
  45. Lasciar raffreddare fino a 35-40°C prima di utilizzarla.
  46. - Per il montaggio -
  47. Appoggiare la crostata su un piatto di servizio e spennellare la superficie con un velo di glassa o gelatina neutra (farà da collante).
  48. Rimuovere la mousse congelata dallo stampo in silicone (o dall’anello),appoggiarla delicatamente su una griglia e glassarla.
  49. Attendere qualche secondo, eliminare le code sottostanti ed appoggiare la parte glassata sulla crostata.
  50. Decorare con frutti rossi a piacere.
  51. - Per servire -
  52. Riporre in frigorifero per 6-8 ore per lo scongelamento prima di servire.
Notes
  1. Pasta frolla: abbondante. Potete congelare ciò che vi avanza, o fare dei biscottini.
  2. Ricetta di Gianni Pina.
  3. Mousse di fragole: è abbondante.
  4. Con gli avanzi, ho ottenuto 4 quenelle (stampo Silikomart) e 1 disco da 10 cm di diametro e 2 cm di altezza.
  5. Potete fare qualche monoporzione.
  6. Ricetta di Gianluca D’aloia.
  7. Cremoso di fragole: un pochino abbondante.
  8. Con l’avanzo potete fare una crostatina da 10 cm di diametro.
  9. Ricetta da Verdade de sabor.
  10. Crema leggera di lychees : le dosi sono perfette.
  11. Io ho utilizzato lychees in scatola sciroppati, scolati e frullati
  12. Adattata da una ricetta di Davide Comaschi.
  13. Glassa rosa: è un po’ abbondante.
  14. Io ho aumentato volutamente la quantità originale del 30%, quindi potrete ridurre le dosi del 30%.
  15. Io al posto dello zucchero invertito (che non avevo) ho utilizzato il miele e inequivocabilmente il composto è diventato giallino. Per ottenere un rosa confetto, e quindi sbiancare la glassa giallina, ho aggiunto un pizzico di bianco e poi il rosso.
  16. Per la quantità di colorante, regolatevi voi in base al colore che vorrete ottenere.
  17. Io per ottenere la fluidità voluta, ho scaldato la glassa a 40°C.
  18. Ricetta di Claire Heitzler.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
bella in rosa 4fiori rosa

pains au chocolat 1

Pains au chocolat (o quasi)

Un’amica mi ha chiesto di partecipare ad un contest, in cui non si vince nulla, ma dove si condivide la voglia di impastare.

L’argomento era brioches bicolore: ecco quindi dei pains au chocolat di pasta brioches alla vaniglia ed al cacao.

Un insieme di gusti classico, che non delude mai.

Perfetti per la colazione o da mangiare da soli.

#briochedeprintemps

pains au chocolat 1

pains au chocolat 2

pains au chocolat 3

Pains au chocolat (o quasi) (per 12 pezzi + 1 treccia)
Print
Ingredients
  1. - Impasto alla vaniglia -
  2. 500 g di farina Manitoba
  3. 15 g di lievito di birra fresco
  4. 80 g di latte
  5. 100 g di zucchero semolato
  6. 180 g di uova intere, leggermente sbattute
  7. 180 g di burro morbido
  8. 8 g di sale
  9. - Per aromatizzare -
  10. 10 g di Rum
  11. 15 g di miele
  12. i semi di ½ bacca di vaniglia
  13. la buccia grattugiata di 1 limone
  14. - Impasto al cacao -
  15. 465 g di farina Manitoba
  16. 35 g di cacao amaro
  17. 15 g di lievito di birra fresco
  18. 80 g di latte
  19. 120 g di zucchero semolato
  20. 180 g di uova intere, leggermente sbattute
  21. 180 g di burro morbido
  22. 8 g di sale
  23. - Per aromatizzare -
  24. 10 g di Rum
  25. 15 g di miele
  26. - Per farcire -
  27. Bastoncini di cioccolato fondente
  28. - Per lo sciroppo -
  29. 50 g di acqua
  30. 50 g di zucchero semolato
  31. - Per spennellare -
  32. tuorlo e panna in uguale quantità o uovo intero
Instructions
  1. - Impasto alla vaniglia -
  2. In una ciotolina mettere gli ingredienti per aromatizzare e coprire con pellicola.
  3. (se si può, preparare il giorno prima e conservare in frigo, altrimenti con un paio d’ore di anticipo).
  4. Nella ciotola della planetaria, con il gancio, versare la farina con lo zucchero ed il lievito sbriciolato.
  5. Azionare al minimo della velocità e versare il latte.
  6. Quando sarà completamente assorbito, versare molto lentamente e gradualmente le uova.
  7. (ci vorranno circa 7-8 minuti per incorporarle completamente).
  8. Aggiungere il burro, un pezzetto alla volta e far incorporare bene (in questa fase si può aumentare un pochino la velocità della macchina).
  9. Infine gli aromi ed il sale.
  10. In totale ci vorranno circa 20 minuti.
  11. Controllare la temperatura dell’impasto che non deve superare i 26°C (in questo caso, riporre 10 minuti in frigorifero).
  12. Con le mani infarinate e su un ripiano infarinato, formare una palla, riporre in una ciotola e lasciar lievitare fino al raddoppio, coperto con pellicola.
  13. Trascorso il tempo necessario, sgonfiare l’impasto, formare una palla e riporre in frigo per 12 ore.
  14. - Impasto al cacao -
  15. Nella ciotola della planetaria mettere la farina con il cacao, lo zucchero ed il lievito e
  16. procedere esattamente allo stesso modo dell’impasto precedente.
  17. - Per lo sciroppo -
  18. Portare l’acqua e lo zucchero ad ebollizione.
  19. Lasciar raffreddare completamente prima di utilizzare.
  20. - Per i pains au chocolat -
  21. Il giorno successivo, su un ripiano leggermente infarinato, stendere i 2 impasti, dando una forma il più rettangolare e uguale possibile.
  22. Spennellare la parte bianca con acqua, sovrapporre la parte al cacao ed esercitare una leggera pressione per sigillare.
  23. Stendere ancora con il mattarello in modo da far aderire bene e rifilare i bordi.
  24. Con un coltello affilato, tagliare dei rettangoli di 10x12 cm.
  25. Inserire 2 bastoncini di cioccolato ed arrotolare, dal lato corto.
  26. (io ho arrotolato sia dal lato vaniglia che dal lato cacao).
  27. Riporre in freezer per qualche minuto.
  28. Incidere diagonalmente la superficie delle brioches e lasciar lievitare fino al raddoppio su teglie ricoperte con carta da forno.
  29. - Per la cottura -
  30. Accendere il forno ventilato a 170-180°C.
  31. Spennellare le brioches con tuorlo e panna ed infornare per 25 minuti.
  32. Appena fuori dal forno, spennellare con lo sciroppo.
  33. Lasciar raffreddare su una griglia.
Notes
  1. Ricetta di Luca Montersino.
  2. Ho re.impastato i ritagli, diviso in 3 parti uguali, formato 1 treccia, lasciato lievitare e cotto per 45 minuti.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
pains au chocolat 4pains au chocolat 5

Pane al latte di Hokkaido 1

Pane al latte di Hokkaido

Un pane al latte speciale preparato con un metodo giapponese speciale, lo Tangzhong.

Lo tangzhong é un roux, fatto con acqua e farina o latte e farina che va aggiunto all’impasto…..il pane sarà super morbido e super buono.

Si ottiene un prodotto più lievitato e più areato rispetto a quello che si otterrebbe con un impasto tradizionale.

Un pane perfetto per la colazione o per il thé.

Io ho ridotto un pochino lo zucchero, ma se seguirete la ricetta originale, potrete ottenere delle piccole brioches o dei pains au chocolat veramente deliziosi.

Pane al latte di Hokkaido 1

Pane al latte di Hokkaido 2

Pane al latte di Hokkaido - per 1 forma
Print
Ingredients
  1. - Per lo Tangzhong -
  2. 20 g di farina 350 W
  3. 100 g di acqua
  4. - Per l’Impasto -
  5. 350 g di farina 350 W
  6. 100 g di tangzhong, a temperatura ambiente
  7. 55 g di zucchero semolato (io 40 g)
  8. 7 g di sale
  9. 1 uovo medio a temperatura ambiente
  10. 110 g di latte intero
  11. 10 g di latte in polvere (facoltativo)
  12. 13 g di lievito di birra fresco
  13. 30 g di burro morbido
Instructions
  1. - Per lo Tangzhong -
  2. In una piccola casseruola versare la farina e l’acqua e mescolare con una frusta.
  3. Mettere sul fuoco e sempre mescolando, portare il composto a 65°C.
  4. Riporre in frigorifero per 12 ore.
  5. - Per l’Impasto -
  6. Nella ciotola della planetaria versare il lievito, il latte, la farina, il sale, lo zucchero, il latte in polvere, l’uovo, il burro e lo Tangzhong.
  7. Impastare con il gancio per 10-12 minuti al minimo della velocità, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  8. Coprire con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio.
  9. Trascorso il tempo necessario, infarinare il piano da lavoro (l’impasto sarà molto appiccicoso), dividere il composto in 4 parti da 175 g e formare delle palline.
  10. Con un mattarello, stendere la pallina fino ad ottenere un rettangolo, piegarlo in 3 parti (vedi video), fare ¼ di giro, stendere nuovamente e arrotolare il rettangolo su se stesso.
  11. Riporre nello stampo da plumcake imburrato (24x11x7 cm) e ripetere la stessa operazione con le 3 palline rimanenti.
  12. Far lievitare fino a quando l’impasto raggiunge il bordo dello stampo.
  13. - Cottura -
  14. Accendere il forno ventilato a 150°C.
  15. Infornare per 50 minuti.
  16. Rimuovere dallo stampo e lasciar raffreddare su una griglia.
Notes
  1. La ricetta originale prevede 55 g di zucchero, perfetti se si vuole fare delle brioche un po’ più dolci o dei pains au chocolat.
  2. Qui ho preferito ridurre lo zucchero per avere un gusto più neutro….ma potrete provare entrambe le versioni.
  3. Io non ho spennellato il pane con tuorlo e latte prima di infornare per avere un prodotto più naturale, ma nessuno vi impedisce di farlo……
  4. Ricetta da C’est ma fournée.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/

 Pane al latte di Hokkaido 3

Cavolo rosso e ceci 1

Cavolo rosso e ceci

Un piatto molto veloce e semplice.
Un comfort food che può essere utilizzato sia come antipasto sia come contorno.
Potrete sostituire i ceci con i fagioli cannellini…..sarà buonissima ugualmente.

Cavolo rosso e ceci 1

Cavolo rosso e ceci - per 4 persone
Print
Ingredients
  1. 200 g di carote tagliate a julienne
  2. 250 g di cavolo rosso pulito
  3. 170 g di ceci cotti
  4. olio evo
  5. sale
  6. pepe
  7. prezzemolo
  8. - Per il condimento -
  9. 70 g di succo d’arancia
  10. 1 cucchiaino di miele
  11. 1/2 cucchiaino di cannella macinata
  12. la scorza di un’arancia grattugiata
  13. 2 cucchiai di olio evo
  14. sale
Instructions
  1. Lavare le verdure, tagliare il cavolo sottile e le carote a julienne.
  2. Scaldare un paio di cucchiai d’olio evo in una casseruola e aggiungere la verdure, e condire con sale e pepe.
  3. Cuocere a fuoco vivace per un paio di minuti, aggiungere i ceci e lasciar cuocere per ancora due minuti, le verdure devono restare croccanti.
  4. In una ciotola amalgamare il succo d’arancia e la scorza grattugiata, la cannella, due cucchiai d’olio Evo, il miele e un pizzico di sale.
  5. Versare le verdure in un piatto, condire con la salsa preparata, cospargere di prezzemolo con tritato e servire.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
Cavolo rosso e ceci 2ingredienti

brioches sfogliate al cappuccino 1

Brioches sfogliate al cappuccino

Ci sono vari modi di fare colazione…
C’è chi beve il caffè, il the, il cappuccino, la spremuta, chi mangia biscotti, croissants o pane burro e marmellata…….
Io personalmente bevo il cappuccino con 3 biscotti……
Solo ultimamente ho cominciato a fare i croissants…….che con il cappuccino sono un classico del mattino…..e quindi perché non fare delle brioches sfogliate al cappuccino?
Detto, fatto…….eccole qui…….
Da provare, da inzuppare, da mangiare……..

brioches sfogliate al cappuccino 1

brioches sfogliate al cappuccino 2

brioches sfogliate al cappuccino 3

Brioches sfogliate al cappuccino - per 16 pezzi
Print
Ingredients
  1. - Impasto -
  2. 510 g di farina 330 W
  3. 20 g di lievito fresco
  4. 150 ml di latte
  5. 150 g di uova
  6. 40 g di zucchero semolato io 60
  7. 50 g di burro a temperatura ambiente
  8. 5 g di sale
  9. - Per le pieghe -
  10. 300 g di burro per le pieghe
  11. 35 g di cappuccino in polvere
  12. - Per lo sciroppo al cappuccino -
  13. 30 g di acqua
  14. 35 g di zucchero semolato
  15. 5 g cappuccino in polvere
  16. - Per spolverare -
  17. Cappuccino in polvere
Instructions
  1. - Per il burro al cappuccino -
  2. Nella ciotola della planetaria con la foglia amalgamare bene il burro morbido con il cappuccino in polvere e formare un rettangolo di 20x25 cm e riporre nuovamente in frigo per fare in modo che sia omogeneo e compatto (si deve preparare il giorno prima).
  3. - Per lo sciroppo -
  4. Portare gli ingredienti a ebollizione e lasciar raffreddare completamente.
  5. - Per l’impasto -
  6. Nella ciotola della planetaria mettere la farina setacciata con il lievito.
  7. Iniziare ad impastare con il latte e poi le uova (poche per volta).
  8. Aggiungere gradualmente lo zucchero, poi il burro, un pezzetto alla volta ed infine il sale.
  9. Filmare la ciotola con pellicola e lasciar lievitare per un paio d’ore.
  10. Una volta che l’impasto è lievitato, sgonfiare la pasta, formare una palla e riporre in frigo per 12 ore, sempre coperta con pellicola.
  11. Su un ripiano leggermente infarinato, con un mattarello, stendere l’impasto fino a formare un rettangolo di 45x25 cm ed incassare il burro.
  12. Girare l’impasto di 90° e stenderlo fino ad ottenere un rettangolo dii una lunghezza di circa 60 cm. Fare 3 giri di pieghe a 3, cospargendo, tra una piega e l’altra, la superficie con il cappuccino in polvere.
  13. Far riposare l’impasto tra una piega e l’altra in frigo per 40-60 minuti, coperto con pellicola.
  14. Quando il terzo giro e la terza piega sono stati fatti, riporre in frigo per 12 ore.
  15. Il giorno successivo, stendere la pasta fino a formare un rettangolo di 35x55 cm e rifilare bene i bordi, così da ottenere un rettangolo da 30x50 cm.
  16. Tagliare delle striscioline larghe 3 cm e lunghe 30.
  17. Arrotolare su se stesse e riporre in stampi di alluminio imburrati (8 cm di diametro e 4 cm di altezza) e lasciar lievitare fino al raddoppio di volume.
  18. Nel frattempo accendere il forno ventilato a 170°.
  19. Infornare le brioches per 20 minuti.
  20. Appena fuori dal forno, spennellare con lo sciroppo.
  21. Lasciar raffreddare e rimuovere dallo stampino.
Notes
  1. Per l’impasto, la ricetta originale prevede 40 g di zucchero.
  2. Io ne ho messi 60 g, ma secondo me, si può aumentare ancora un pochino.
  3. Io stenderei il rettangolo finale (35x55 cm) un pò più grande, in modo che l’impasto finale risulti più sottile.
  4. E probabilmente non farei le striscioline di 30 cm di lunghezza, ma di 25 cm……tutto dipende dallo spessore della sfoglia…..
  5. Adattata da 1 ricetta di Philippe Conticini, Thierry Marx e Joel Defives
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
brioches sfogliate al cappuccino 4

Vento indiano 1

Vento indiano

Settimana scorsa, per un dessert, mi é stato dato come ingrediente il curry……..un mix di spezie utilizzato soprattutto nella cucina asiatica.
Non siamo abituati ad utilizzare questo elemento in un dolce, ma se pensate che sia impossibile, vi ricrederete.
Ho utilizzato un curry leggero che si sposa perfettamente con la cremosità della bavarese al cioccolato bianco e arancia e per dare un tocco di speziato in più, l’ho inserito in una gananche fondente.
Il risultato é stato un dessert equilibrato, soprattutto nel profumo e nel gusto.
Ovviamente potrete modificare in base al vostro gusto la quantità di curry: aumentarlo o diminuirlo…..
anche se per me va benissimo così.

Vento indiano 1

Vento indiano 2

ricetta vento indiano

Vento indiano 3

Brioches Parisiennes 1

Brioches parisiennes di Christophe Felder

Non c’è niente di più bello che sentire il profumo delle brioches che cuociono nel forno.
Ho scelto la ricetta del grande pasticcere francese Christophe Felder per queste brioches al burro, morbide, non troppo dolci, ma con un sapore intenso e una texture molto leggera.
Sono morbide come un cuscino….. e molto burrose…..
Mangiatele tiepide a colazione…. non vi deluderanno…..

Brioches Parisiennes 1

Brioches Parisiennes 2

Brioches Parisiennes 3

Brioches Parisiennes di Christophe Felder - Per 14 brioche di 40 g
Print
Ingredients
  1. 250 g di farina Manitoba
  2. 10 g di lievito di birra fresco (io 9 g)
  3. 150 g di uova a temperatura ambiente
  4. 30 g di zucchero semolato (io 45 g)
  5. 165 g di burro morbido, a cubetti
  6. 5 g di sale (io 3 g)
  7. zucchero in granella
  8. tuorlo e panna per spennellare
Instructions
  1. Nella ciotola della planetaria con il gancio mettere la farina setacciata con il lievito.
  2. Aggiungere gradualmente le uova e impastare.
  3. Aggiungere gradualmente lo zucchero e quando questo sarà completamente assorbito, aggiungere il burro, un pezzettino alla volta e impastare per almeno 10 minuti.
  4. Infine unire il sale ed amalgamare bene (vedi note).
  5. Su un ripiano, formare una palla e riporre in una ciotola.
  6. (L’impasto sarà difficile da lavorare a causa dell’elevata presenza di burro).
  7. Coprire con pellicola e riporre in frigo per almeno 12 ore.
  8. Il giorno seguente, tagliare dei pezzi di pasta di 40 g e formare delle palline, che riporrete in uno stampo da muffin (io ho utilizzato anche dei pirottini da 6 cm di diametro e 4 cm di altezza)
  9. E’ necessario uno stampo: la pasta è ricca di burro e si lascerebbe completamente andare durante la cottura-vedi note).
  10. Lasciar lievitare per 2,5-3 ore in un ambiente tiepido.
  11. Accendere il forno ventilato a 160°C
  12. Spennellare le brioches con tuorlo e panna, cospargere con zucchero in granella e infornare per 15-20 minuti (io 18 minuti).
Notes
  1. Io ha fatto la ricetta 2 volte, e come vedrete tra parentesi, ci sono le mie quantità.
  2. Ho preferito aumentare un pochino lo zucchero e ridurre il sale perché preferisco un prodotto più dolce.
  3. La prima volta con le dosi originali, ho trovato le brioches quasi salate……ma buonissime.
  4. Facendo delle palline da 50 g, otterrete 12 brioches.
  5. Io ho messo le palline nei pirottini, dentro stampi da muffin.
  6. Se non volete utilizzare i pirottini, imburrate lo stampo.
  7. In caso di stampo in silicone, non è necessario imburrare.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
Brioches Parisiennes 4

 

Crema di zucca con zenzero e granola 1

Crema di zucca con zenzero e granola

Zucca zucca delle mie brame, qual é la più buona del reame?
Una crema di zucca vellutata, facilissima da preparare, con un ingrediente speciale, lo zenzero fresco che crea il giusto equilibrio con la dolcezza della zucca.
A me piace aggiungere un po’ di panna acida, che potrete sostituire con lo yogurt greco.
Per un po’ di croccantezza, una granola di semi fatta in casa……deliziosa anche da sola.

Crema di zucca con zenzero e granola 1

Crema di zucca con zenzero e granola 2

Crema di zucca con zenzero e granola - per 4 persone
Print
Ingredients
  1. - Per la granola -
  2. 110 g di semi misti (lino, zucca, papavero, girasole, sesamo)
  3. 1 cucchiaio (10 g) di farina di mandorle
  4. 2 cucchiai di olio evo
  5. 1 cucchiaino di miele
  6. ½ cucchiaino di sale
  7. - Per la crema -
  8. 850 g di zucca pulita, (senza buccia e senza semi) tagliata a pezzi
  9. 75 g di cipolla di tropea, tritata
  10. sale
  11. olio
  12. zenzero fresco
  13. 375 g di latte intero
  14. 3 cucchiai di panna acida
Instructions
  1. - Per la granola -
  2. Accendere il forno a 170°C.
  3. In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. Distribuire la granola su una teglia con carta da forno, creando un cerchio spesso più o meno 1 cm.
  5. Infornare per 25 minuti, sfornare e lasciare raffreddare.
  6. - Per la crema -
  7. Accendere il forno a 180°C.
  8. Su una teglia foderata con carta da forno, disporre la zucca, la cipolla, condire con sale, olio e lo zenzero fresco, grattugiato.
  9. Infornare per 35 minuti circa.
  10. La zucca dovrà risultare tenera e morbida.
  11. Rimuovere la zucca e la cipolla dalla teglia versare il tutto in una casseruola, aggiungere il latte e far cuocere, mescolando per circa 5 - 7 minuti, a fuoco basso.
  12. Frullare con un frullino ad immersione fino ad ottenere una crema liscia e vellutata.
  13. Aggiungere la panna acida, frullare nuovamente.
  14. - Per servire -
  15. Disporre la crema nei piatti, spezzattare la granola con le mani, adagiarla sopra la crema e servire.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
Crema di zucca con zenzero e granola 3ingredienti Crema di zucca con zenzero e granola

cavolo nero

Cavolo nero con pinoli e uvetta

Un contorno veloce e delizioso, dove il cavolo nero si sposa perfettamente con l’uvetta ed il limone.
Se state cercando un piatto salutare o “verde”, questa ricetta é perfetta per voi.

cavolo nero

cavolo nero 2

Cavolo nero con pinoli e uvetta - per 4 persone
Print
Ingredients
  1. 30 g di pinoli tostati
  2. 20 g di uvetta ammollata
  3. 200 g di cavolo nero pulito e privato dei gambi
  4. 2 spicchi d’aglio
  5. succo di mezzo limone e la scorza grattugiata
  6. sale
  7. pepe
  8. peperoncino
  9. olio evo
Instructions
  1. Tagliare a striscione sottili, lunghe 1 cm, il cavolo nero (già lavato e mondato).
  2. Versare l’olio in un tegame e soffriggerci l’aglio e il peperoncino.
  3. Aggiungere il cavolo e far cuocere finché non risulterà morbido.
  4. Aggiungere l’uvetta scolata, i pinoli e lasciare insaporire un paio di minuti.
  5. Versare il cavolo nei piatti, condire con il succo e la scorza di limone, aggiustare di sale e pepe e servire.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/
cavolo nero 1cavolo nero ingredienti web

croissants parigini

Croissants parigini

Amici……. ci sono riuscita!
Dopo 1000 paure, mi sono lanciata nei miei primi croissants sfogliati e vi assicuro che dopo un piccolo morso di questi favolosi e burrosi croissants parigini, non sarete più capaci di mangiare quelli in commercio.
Non sono particolarmente difficili, e anche se non saranno perfetti la prima volta, divertitevi e godetevi il fatto di averli preparati voi stessi..
Sicuramente la pratica e l’esperienza aiuteranno, ma non spaventatevi……
Avrete bisogno di tempo e pazienza, ma ne varrà la pena.
Gli ingredienti come farina e burro faranno la differenza, quindi scegliete ottime marche.
Ho anche realizzato un video che spero Vi possa aiutare……
Non avete più scuse…….
Godetevi questi croissants con una buona tazza di caffè e una selezione di confetture e marmellate……
e buona giornata!
Ringrazio il mio amico Alessandro per la ricetta.

croissants parigini

Croissants parigini
Print
Ingredients
  1. - Per l’impasto -
  2. 500 g di farina 330 W (io Molino Rossetto 330 W)
  3. 20 g di lievito di birra fresco
  4. 135 g di acqua
  5. 135 g di latte
  6. 70 g di zucchero semolato
  7. 50 g di burro morbido
  8. 10 g di sale
  9. - Per la sfogliatura -
  10. 270 g di burro (io Lurpak)
  11. - Per la doratura -
  12. tuorlo d’uovo
  13. latte
  14. zucchero semolato
Instructions
  1. - Per l’impasto -
  2. Nella ciotola della planetaria con il gancio, mettere la farina setacciata con il lievito ed azionare al minimo della velocità.
  3. Aggiungere gradualmente l’acqua ed il latte e far assorbire completamente.
  4. Quando l’impasto si stacca completamente dai bordi della ciotola e la ciotola risulta pulita, incominciare ad aggiungere lo zucchero poco per volta.
  5. Aggiungere lo zucchero successivo solo quando quello precedente è stato completamente assorbito.
  6. Quando l’impasto è bello lucido e le pareti della ciotola sono completamente pulite, aggiungere il burro, un pezzetto alla volta.
  7. Infine il sale.
  8. In totale serviranno 18-20 minuti circa.
  9. Formare una palla, riporre in una ciotola, coprire con pellicola e mettere in frigo per 12 ore.
  10. - Per il burro -
  11. La mattina seguente preparare il burro.
  12. Tagliarlo a pezzi e mettendolo tra due fogli di carta da forno, stenderlo col mattarello fino ad appiattirlo ad un'altezza di circa 1/2 cm e dando una forma rettangolare.
  13. (Dovrà essere largo quanto l'impasto).
  14. Riporre nuovamente in frigo a rassodare.
  15. Tirare fuori l’impasto dal frigo e stendere fino ad ottenere un rettangolo il più regolare possibile.
  16. Posizionare il burro al centro dell’impasto e con i lembi di sfoglia avvolgere il burro, ma non accavallare gli strati di pasta.
  17. Pareggiare bene i bordi sopra e sotto.
  18. Su un ripiano leggermente infarinato, con il mattarello esercitare una pressione lungo tutto l’impasto, giusto per far assorbire un po’ meglio il burro e poi cominciare a stendere fino ad ottenere un rettangolo regolare, liscio ed omogeneo.
  19. - Per le pieghe -
  20. Ora si comincia con le pieghe e noi effettueremo 3 pieghe da 3.
I PIEGA
  1. Con il lato corto davanti a noi, portiamo il terzo in alto verso il centro dell’impasto
  2. e sovrapponiamo il terzo restante.
  3. Giriamo l’impasto di 90 ° in modo da avere l’apertura a libro alla nostra dx.
  4. Pareggiare eventualmente i bordi.
  5. Coprire con pellicola e riporre in frigo per 40-60 minuti.
  6. Questa operazione va effettuata altre 2 volte, con un riposo di 60 minuti in frigorifero tra una piega l’altra.
  7. Una volta terminato il terzo giro, riporre l’impasto in frigorifero, coperto da pellicola per 12 ore.
  8. - Formazione dei croissants -
  9. Stendere l’impasto in un rettangolo regolare a circa ½ cm di spessore.
  10. Dividerlo a metà nel senso della lunghezza e formare dei triangoli isosceli.
  11. Incominciare ad arrotolare dalla parte più larga del triangolo, facendo in modo di far terminare la punta sotto, in modo che in lievitazione non si aprano.
  12. Posizionare i croissants su teglia con carta da forno, coprire con pellicola e far lievitare per circa 3 ore a una T di 26-27°C (attenzione alla temperatura, altrimenti il burro si scioglie).
  13. - Cottura dei croissants -
  14. Accendere il forno a 170-180°C (io ventilato 150°).
  15. Spennellare con tuorlo e latte i croissants lievitati, cospargere con zucchero semolato ed infornare per circa 15 minuti, o fino a doratura.
Cookingmesoftly http://www.cookingmesoftly.it/

croissants pariginicroissants parigini