All posts filed under: Pasta

Fusilli 2 web

Fusilli lunghi con pesto di zucchine e pistacchi

Vivo in campagna da un anno e devo ammettere che ha i propri vantaggi: non solo da un punto di vista salutistico, ma soprattutto per il fatto di avere un orto dal quale raccogliere ingredienti freschi, quasi tutti i giorni. Non c’è niente di meglio che preparare un sugo o una salsa con gli ingredienti che si raccolgono a 2 metri da casa. Qui un pesto con i sapori dell’estate, direttamente dal nostro orto, perfetto per una pasta lunga.

Conchiglioni con salsiccia e funghi

Tornando dal lavoro ero affamata e faceva freddo. Mi ci voleva qualcosa di caldo e sicuramente a base di pasta. Aprendo il frigo ho trovato salsiccia, funghi e peperoni. Ho introdotto una piccola variante rispetto alla ricetta classica di soli funghi e salsiccia, ma ero sicura che potesse funzionare. Che cosa c’è di più buono di un piatto di pasta quando c’è un buonissimo sugo?

Fusilli in crema di broccoli e pecorino

La pasta è la regina della dieta mediterranea. Ne esistono molti formati e uno tra i miei preferiti sono i Fusilli. Originari della Campania, utilizzati per piatti caldi o freddi, i fusilli sono adatti a diversi condimenti, e probabilmente rappresentano uno tra i più popolari formati di pasta corta. La ricetta di oggi prevede una delicata crema di broccoli affiancata da sapori decisi come il guanciale ed il pecorino. Una vera delizia!!!

Ravioli di zucca

I ravioli di zucca sono un piatto della tradizione natalizia italiana. La loro origine risale all’anno Mille nelle zone del ferrarese e del mantovano, dove apparvero sulle tavole dei Gonzaga e degli Este. Il loro sapore dolce risulta, particolare ed equilibrato grazie agli ingredienti del ripieno: la dolcezza naturale della zucca, il sapore leggermente piccante della mostarda mantovana e il gusto deciso dell’amaretto, che conferiscono al piatto il suo tipico sapore agrodolce che li rende inconfondibili e particolari.

Bucatini rustici

Tipico piatto povero originario dell’Italia meridionale, la pasta con la mollica è una ricetta molto diffusa nella tradizione culinaria del bel paese. Con piccole varianti, dalla Calabria alla Sicilia, è una preparazione che si tramanda di famiglia e di generazione.  La mollica di pane (o il pangrattato) veniva usata anni fa in cucina al posto del formaggio grattugiato: per questo motivo veniva chiamato il “parmigiano dei poveri”.  Questo tipo di ricetta, si realizza generalmente con formati di pasta lunga, è molto appetitosa e sostanziosa e viene preparata sciogliendo i filetti di acciughe, aglio e peperoncino nell’olio d’oliva. A questi ingredienti si aggiunge della mollica di pane fatta rosolare nell’olio d’oliva fino a farla diventare croccante: il tutto viene poi amalgamato alla pasta e servito caldissimo.

Spaghetti alla chitarra con pesto e prugne rosse

Oggi, vicino a Volpedo, c’è stata l’inaugurazione del mercato all’aperto della Coldiretti, dove i singoli produttori agricoli proponevano il meglio del raccolto dei loro campi. Tra i tanti articoli presentati, ci hanno particolarmente colpito le piccole, ma deliziose, prugne rosse. Dopo averle assaggiate, abbiamo pensato immediatamente al loro miglior utilizzo. Un buon piatto di pasta fa sempre piacere. La pasta all’uovo, solitamente è abbinata a sughi classici, ma oggi, grazie alle prugne, abbiamo osato un pò, unendo la loro dolcezza alla sapidità del pesto.   Spaghetti alla chitarra con pesto e prugne rosse (per 4 persone) 320 gr. di spaghetti alla chitarra 4 prugne rosse (circa 40 gr. ognuna) 1 scalogno 25 gr. di pinoli 25 gr. di foglie di basilico 20 rametti di maggiorana fresca 40 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato 30 ml. di vino bianco olio extravergine di oliva sale pepe Lavare ed asciugare le foglie delle erbe aromatiche. Tritare con un coltello i pinoli e le erbe; raccogliere il trito in una ciotola, aggiungere il formaggio grattugiato e mescolare. Versare lentamente l’olio …

Spaghetti d’oro con papaveri

Belli i campi di grano che stanno per maturare. Con il loro colore danno allegria e riempiono di gioia. Assieme al colore dorato delle spighe, spicca il rosso acceso dei papaveri, che con le loro tonalità e leggerezza si stagliano nell’aria, regalando macchie di colore. E’ con questo semplice ingrediente che abbiamo deciso di dar vita all’ inizio dell’estate. Con la sua cromia accesa e il suo sapore delicato, celebriamo la sua semplice presenza, con una pasta dai sapori morbidi ed avvolgenti. Spaghetti d’oro con papaveri (per 4 persone) 320 gr. di spaghetti 1 bustina di zafferano 2 tuorli d’uovo 40 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato 20 papaveri 2 cucchiaini di semi di papavero olio extravergine di oliva sale pepe Sciogliere lo zafferano in 2 cucchiai di acqua tiepida. Lavare delicatamente i papaveri e tenere da parte i petali. In una ciotola, sbattere leggermente i tuorli d’uovo, aggiungere lo zafferano sciolto, il formaggio grattugiato e aggiustare di sale e pepe. Aggiungere i petali di papavero e mescolare delicatamente. Far cuocere in una pentola con abbondante …