All posts tagged: tart

infiniment Vanille 1

Tarte Infiniment Vanille di Pierre Hermé

Una grande opportunità, una donna dal cuore d’oro, Pinella. Grazie a lei, la possibilità di partecipare al corso di Pierre Hermé presso Hangar 78……. ….non potevo non partecipare al Contest “Dolci d’autore” – Pierre Hermé di Pinella. Ho saputo fin da subito quale dessert preparare: “infiniment Vanille”, dalla rivista Hors-série 1, Fou de Ptisserie, pag.116. Perché questo dolce e non un altro? Perché ho sempre voluto realizzarlo, e finalmente é arrivata la “spinta” definitiva. Ho trascorso una giornata a pensare a “come” prepararlo….e dopo aver riflettuto tanto, ho deciso che avrei rispettato la forma originale del dolce, utilizzando una parte dello stampo “Eclipse” (così era previsto). Semplicemente perché temevo che modificando la forma e lo spessore, ossia l’altezza del dolce, avrei in qualche modo alterato l’equilibrio più che perfetto che Hermé ha voluto creare con questa meravigliosa crostata. Il dolce più buono che abbia mai mangiato fino ad ora. Se dovessi rifarlo? lo preparerei esattamente uguale. Grazie Pinella.

bella in rosa 1

Bella in rosa

Bella in rosa….una romantica commedia americana degli anni 80, con protagonista una Molly Ringwald spesso vestita di rosa. E’ il primo nome che mi è venuto in mente pensando a questa crostata primaverile, con tutte le sfumature di questo colore. Un cremoso di fragole, una mousse di fragole e una crema leggera di lychees: il sapore vi conquisterà al primo assaggio.

crostata-di-pistacchi-pere-e-cioccolato-1

Crostata di pistacchi, pere e cioccolato

Questa crostata nasce da un insieme di 2 ricette: quella del Maestro Knamm e quella della mia amica Isabelle. E’ una crostata semplice, ma molto gustosa: le pere si sposano benissimo con il cioccolato e il pistacchio sta benissimo con entrambi. L’insieme è umido, morbido e croccante, grazie al frangipane, alle pere, alla frolla ed al crumble. In poche parole, tutti gli elementi per preparare una crostata veramente golosa.  

tarte bourdaloue

Tarte Bourdaloue

Tarte bourdaloue…..una popolare crostata francese che prende il nome da una via parigina, Rue Bourdaloue, appunto. Un guscio croccante, una crema alla mandorla simile al nostro frangipane e pere sciroppate. Ho aggiunto mandorle a lamelle per dare un tocco di croccantezza….. Ho anche utilizzato l’Amaretto al posto del Rum. Meglio consumarla in giornata, tiepida o a temperatura ambiente.

Crostatine alle more

Con l’estate i frutti di bosco vivono il loro momento magico, poiché diventano gli ingredienti ideali per crostate e desserts. Ottimi se mangiati freschi e perfetti per confetture e gelatine. Durante una salutare passeggiata estiva nei boschi, mi sono imposta una sosta: non tanto per riposare, quanto per cogliere e gustare le polpose bacche di colore purpureo, che emergevano dai rovi durante il tragitto: le more. Come spesso accade, le cose tanto desiderate sono irraggiungibili e questa regola si è verificata anche nel caso di questi fruttini estivi: le più grosse e succose si trovavano sui rovi più alti……. Ma immaginando già il loro sapore, mi sono spinta oltre il possibile equilibrio e…… sono caduta, in mezzo alle spine, ma, trascinando con me quel ramo pieno di more tanto agognate…….Sono uscita con un po’ di graffi sulle gambe, ma ne è valsa la pena…….e questo è il risultato. Crostatine di more: capaci di suscitare all’istante l’acquolina in bocca. Classiche con la crema pasticcera…… Che ve ne pare?