La cucina è una bricconcella; spesso e volentieri fa disperare, ma dà anche piacere, perché quelle volte che riuscite o che avete superata una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria.
Diffidate dei libri che trattano di quest’arte; sono la maggior parte fallaci o incomprensibili, specialmente quelli italiani; meno peggio i francesi; al più al più tanto dagli uni che dagli altri, potrete attingere qualche nozione utile quando l’arte la conoscete.
Se non si ha la pretesa di diventare un cuoco di baldacchino, non credo sia necessario, per riuscire, di nascere con una cazzeruola in capo; basta la passione, molta attenzione e l’avvezzarsi precisi: poi scegliete sempre per materia prima roba della più fine, ché questa vi farà figurare.

tratto da La scienza in cucina o l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi

Fiori al cioccolato
(per 15 fiori)

250 gr. di pasta sfoglia
100 gr. circa di cioccolato fondente
1 uovo
zucchero semolato q.b.

Preparare la pasta sfoglia, o utilizzare 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta.Accendere il forno a 180°. Usando un tagliabiscotti a forma di fiore di 5 cm. circa di diametro, ricavate 30 fiori dalla sfoglia. Mettere un pezzettino di cioccolato di circa 5 gr. al centro di 15 fiori, spennellare i bordi con un po’ di uovo leggermente sbattuto e chiudere, premendo bene i bordi per sigillarli. Spennellare nuovamente con l’uovo e cospargere di zucchero semolato. Cuocere in forno per 15 minuti o fino a che non risultano ben dorati.

Facebook Comments