Sono nato nell’anno 1632, nella città di York, da una buona famiglia, ma non del paese; mio padre era uno straniero di Brema che si era stabilito in un primo tempo a Hull. Si fece una buona posizione con il commercio, poi, ritiratosi dagli affari, andò a vivere a York, città da cui aveva menato in sposa mia madre, i cui parenti si chiamavano Robinson, ed erano un’ottima famiglia del paese; dal loro nome io fui chiamato Robinson Kreutznaer; ma, per l’abitudine che si ha in Inghilterra di storpiare le parole, siamo ora chiamati, anzi ci chiamiamo e scriviamo il nostro nome, Crusoe;, e così mi chiamavano sempre i miei compagni.

tratto da La vita e le strane sorprendenti avventure di Robinson Crusoe di Daniel Defoe

Tarte di pomodori caramellati
(per 4 persone)

25 gr. di burro
1 cucchiaio di zucchero
500 gr. di pomodori ciliegia tagliati a metà
2 cucchiai di aceto di vino bianco
sale pepe q.b.

per la pasta
250 gr. di farina setacciata
un pizzico di sale
140 gr. di burro
1 cucchiaino di origano tritato, più altro per guarnire
5 – 6 cucchiai di acqua fredda

Preriscaldare il forno a 200°. Fare sciogliere il burro in una padella dal fondo spesso. Unire lo zucchero e fare cuocere a fiamma vivace fino a che comincerà a scurirsi. Togliere dal fuoco e unire subito i pomodorini e l’aceto, mescolando per condire uniformemente. Salare e pepare.
Posizionare i pomodorini in una teglia di 23 – 24 cm. di diametro, con la parte tonda verso l’alto, distribuendoli ordinatamente.
Preparare la pasta.
Riunire la farina, il sale, il burro e l’origano nel mixer e frullare fino ad ottenere un impasto granuloso. Incorporare acqua sufficiente ad ottenere un impasto morbido e compatto, ma non appiccicoso. Stendere la pasta dandole la forma di cerchio e appoggiarlo sopra i pomodori, rimboccando i bordi, se necessario. Bucherellare con una forchetta la superficie. Far cuocere nelforno caldo per 25 – 30 minuti fino a che la pasta sarà dorata e croccante.
Una volta sfornata, girare la tarte su un piatto da portata e spolverizzare con origano.

Facebook Comments