Sabbia a perdita d’occhio, tra le ultime colline e il mare – il mare – nell’aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che sempre soffia da nord.
La spiaggia. E il mare.
Potrebbe essere la perfezione – immagine per occhi divini – mondo che accade e basta, il muto esistere di acqua e terra, opera finita ed esatta, verità – verità – ma ancora una volta è il salvifico granello dell’uomo che inceppa il meccanismo di quel paradiso, un’inezia che basta da sola a sospendere tutto il grande apparato di inesorabile verità, una cosa da nulla, ma piantata nella sabbia, impercettibile strappo nella superficie di quella santa icona, minuscola eccezione posatasi sulla perfezione della spiaggia sterminata. A vederlo da lontano non sarebbe che un punto nero: nel nulla, il niente di un uomo e di un cavalletto da pittore.

tratto da Oceano mare di Alessandro Baricco

Flan di zucchine e melanzane in salsa Tandoori
(per 6-8 persone)

2 zucchine di media grandezza
1 melanzana di media grandezza
1 cipolla bionda
1 uovo intero
1 tuorlo
3 cucchiai Parmigiano Reggiano grattuggiato
150 ml. di panna fresca
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 manciata di olive taggiasche denocciolate
sale q.b.
origano secco q.b.
Per la salsa
1 cucchiaino di tandoori in polvere
50 ml. di panna fresca
¼ di cucchiano di maizena

Accendere il forno a 140°.
Affettare finemente la cipolla e farla dorare in un tegame; unire le melanzane e le zucchine tagliate a cubetti, salare e far stufare per 15-20 minuti. Frullare gli ortaggi con la panna, le uova, il parmigiano e le olive fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. Dividere il composto in
6-8 stampini individuali, leggermente oliati, infornare cuocendoli a bagnomaria per circa un’ora. Nel frattempo preparare la salsa tandoori.
A freddo, sciogliere la maizena con la panna e il tandoori, fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Mettere la preparazione in un padellino e far scaldare sul fuoco fino a lieve addensamento della crema. Sformare i flan e guarnirli con la salsa. Prima di servire, spolverare con origano secco.

Facebook Comments