L’idea di omicidio evoca spesso l’idea di mare, di marinai. Mare e marinai non ci appaiono allora con la precisione di un immagine: è l’omicidio, piuttosto, a far dilagare in noi l’emozione a ondate. Che i porti siano teatro di frequenti delitti si deve ad una ragione ovvia, su cui non ci dilungheremo, ma numerose sono le cronache da cui si apprende che l’assassino era un uomo di mare, vero o falso, e se falso, il delitto ha rapporti ancora più stretti con il mare. L’uomo che indossa la divisa da marinaio non ubbidisce soltanto alla prudenza. Il suo travestimento appartiene al cerimoniale che presiede.

tratto da Querelle de Brest di Jean Genet

Lasagnette di Carasau alla Borragine
(per 2 persone)

60 gr. di pane carasau
1 kg. di borragine
½ cipolla bionda
6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
200 gr. di polpa fine di pomodoro
40 gr. di burro
30 gr. di farina
20 gr. di Parmigiano Reggiano grattuggiato
½ l. di latte
noce moscata
sale
1 spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato

Accendere il forno a 200°.
Lavare e pulire la borragine, conservando solo le foglie. Farle cuocere in abbondante acqua salata. Scolarle, lasciarle intiepidire, strizzarle bene e farle saltare in padella con 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Tritare la cipolla e farla stufare con 2 cucchiai di olio per 5 minuti, quindi unire la polpa di pomodoro e cuocere a fiamma media per 15 minuti. Sciogliere il burro in una casseruola, incorporarvi la farina, il sale, la noce moscata e, poco alla volta, aggiungere il latte bollente, mescolando in continuazione fino ad ottenere una salsa omogenea e cuocere la besciamella per 10 minuti. Spegnere il fuoco e aggiungere 20 gr.di formaggio grattugiato.
Spezzare i fogli di pane carasau a pezzi e immergerli velocemente in acqua bollente salata, quelli sufficienti a coprire il fondo di una piccola pirofila. Distribuirvi sopra parte della borragine, un mestolino di polpa di pomodoro e un po’ di besciamella. Continuare fino ad esaurimento degli
ingredienti, terminando con la besciamella. Prima di infornare, spolverare la pirofila con un po’ di Parmigiano Reggiano grattugiato e cuocere 20 minuti in forno caldo, e al grill per altri 3 minuti.

Facebook Comments