Un suono arrugginito percorre le due stanze, e fa alzare di scatto il giovane curvo sul tavolo della cucina.
L’improvvisa attività dal campanello esterno al cortile ha il potere di precipitarlo nell’inquietudine. Si avvicina guardingo alla finestra. Vede lo specchietto retrovisore che inquadra perfettamente l’atrio da cui qualcuno gli sta procurando quella fastidiosa emergenza. Sistemato in quel modo, con una staffa imbullonata al tubo esterno del gas, lo specchio gli permette di studiare l’aspetto degli intrusi prima che superino il secondo portone.

tratto da Outland rock di Pino Cacucci

Aperol Spritz on the beach al cucchiaio
(per 8 bicchierini da chupito: diametro 4 cm. altezza 6,5 cm.)

200 ml. di Aperol
150 ml. di Prosecco
50 ml. di Acqua tonica
8 gr. di gelatina in fogli
1 arancia non trattata

Ammollare la gelatina in acqua fredda. Nel frattempo preparare il cocktail. Non appena la gelatina si sarà ammorbidita, strizzarla e metterla in un pentolino insieme al cocktail. Tenere sul fuoco basso qualche istante, fino a che la gelatina si sarà sciolta completamente. Con l’aiuto di un imbuto versare nei bicchierini, lasciar raffreddare per dieci minuti e mettere in frigorifero per almeno sei – otto ore (o tutta la notte). Al momento di servire, tagliare l’arancia a fette e ricavare da queste 8 piccoli spicchietti da porre sui bicchierini.

Facebook Comments