Il gatto era scappato un’altra volta e lei non sapeva come fare, perché il gatto era della mamma e lei con lui non aveva confidenza. Non era un animale di buon carattere, mai stato, nemmeno da piccolo.
“Non sarai finito in mezzo alla legna?”
Se era finito in mezzo alla legna, peggio per tutti e due: la catasta non era stabile, se ci fosse rimasto lei non avrebbe pianto. “Ah, sei lì? Be’, crepa.”
Irene aveva vent’anni. Le sarebbe piaciuto finire l’università, ma senza dover studiare. Quand’era al liceo pensava che l’università sarebbe stata tutta un’altra cosa.

tratto da Tornavamo dal mare di Luca Doninelli

Rustichelle allo yogurt
(per 4 persone)

150 gr. di farina integrale
150 gr. di farina bianca
2 uova
185 gr. di yogurt bianco intero (1 ½ vasetto di yougurt)
burro x la placca da forno
sale

Setacciare i 2 tipi di farina sul piano di lavoro, aggiungere il sale, fare la fontana e nel centro versarvi le uova e sbattere con una forchetta. Iniziare a mescolare gli ingredienti, poi unire lo yogurt, impastare il tutto e lavorare a lungo fino ad ottenere una pasta liscia e compatta. Coprirla, lasciarla riposare per una decina di minuti. Accendere il forno a 200°. Dividere l’impasto in 8 pagnottelle uguali. Stenderle con il mattarello fino a ridurle in dischi di 12 cm. di diametro circa. Trasferirli sulla placca del forno foderata con la carta, imburrata e cuocerli per 20 minuti, girandoli a metà cottura. Sfornare e servire le rustichelle tiepide.

Facebook Comments