Rabelais, o il suo sbrigliato illustratore Gustave Doré, devono avere qualcosa di comune col tracciato dei casamenti popolari. C’è infatti qualcosa di assolutamente gargantuesco nell’idea di economizzare lo spazio mettendo le case una sul tetto dell’altra, con portone e tutto. Nel caos e nella complessità di quelle vie perpendicolari, ogni cosa ci può essere, tutto può accadere, ed è in una di queste, io credo, che, cercandoli, si potranno trovare gli uffici del Club dei Mestieri Stravaganti. Si può pensare a tutta prima che questo nome debba attrarre e fermare il passante, ma in quegli alveari oscuri ed immensi non c’è nulla che attragga e fermi il passante.

tratto da Il Club dei Mestieri Stravaganti di Gilbert Keith Chesterton


Cookies con gocce di cioccolato

(per 2o biscotti circa)

180 gr. di farina
125 gr. di cioccolato fondente (o gocce di cioccolato)
115 gr. di burro morbido
110 gr. di zucchero
1 uovo
½ cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
1 presa generosa di sale
¼ di cucchiaino di bicarbonato

Con una frusta lavorare il burro insieme allo zucchero finché il composto risulta chiaro e morbido.
Continuando a mescolare, aggiungere l’estratto di vaniglia e l’uovo. Setacciare la farina insieme al sale e al bicarbonato e incorporarlo al composto di burro. Infine, aggiungere il cioccolato tritato grossolanamente con un coltello, o le gocce intere. Mischiare bene il composto, avvolgerlo in un foglio di pellicola trasparente e chiuderlo in modo da ottenere una “salsiccia” di circa 7 cm di diametro, e lasciar riposare in frigorifero per 4 ore. Trascorso questo tempo, accendere il forno a 180°, tagliare il composto a fette spesse 5 mm. circa, e lasciando uno spazio abbondante fra di loro, deporre i cookies su una teglia rivestita con un foglio di carta da forno, e cuocerli per circa 12/15 minuti (o finché saranno dorati). E’ consigliabile non mettere sulla placca più di 8 fette per volta. Quindi, mentre si cuociono i primi biscotti, tenere il restante impasto in frigorifero.

Facebook Comments