L’altra sera stavamo riguardando le foto, scattate un paio d’anni fa, a Parigi. Vedendo quelle immagini ci sono tornati in mente quei momenti fatti d’interminabili camminate per scoprire angoli nascosti, respirando quell’aria dal profumo di baguette e croissants.

In quelle mattine di novembre, ci gustavamo i nostri “petit-déjéuner” seduti al tavolo di qualche café, la mappa della città aperta davanti a noi, decidendo le nostre giornate tra una visita al Beaubourg, una cena nel ristorante appena scoperto e una puntatina da Fauchon per immergerci nelle infinite gourmandises.

Sorrido mentre penso ai mille oggetti che avrei comprato al mercatino delle pulci di Montmatre, ai chilometri fatti per trovare la giusta boutique di abiti vintage, allo splendido panorama di luci degli Champs Elysées. Le ultime foto ci ritraggono al tavolo di un bistrot del Marais, stanchi ma felici dei nostri acquisti fatti. Quante cose viste, quanti ricordi, quante buone cose mangiate…per ora guardiamo le foto e cuciniamo i nostri speciali croissants, ma presto torneremo nella “Ville lumière” per vivere nuove emozioni.

Facebook Comments