Un pane di campagna un pò rustico grazie all’utilizzo di farina Petra 1.
L’ho definito pane di campagna, poiché adatto per essere gustato con affettati, formaggi o sottaceti.
Questo pane prevede una lavorazione un pò lunga, ma Vi darà una grande soddisfazione.

pane di campagna

5 da 1 voto
Stampa

Pane di campagna

Porzioni 6
Chef Aria

Ingredienti

  • 272 g di farina Manitoba
  • 378 g di farina Petra 1
  • 380 g di acqua
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 18 g di sale fino
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo

Istruzioni

  1. Nella ciotola della planetaria versare la farina setacciata e l’acqua.

    Mescolare con una forchetta, coprire con un panno umido e lasciar riposare per 30 minuti.

    Aggiungere poi il lievito sbriciolato, il malto e l’olio ed impastare con il gancio fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

    Aggiungere il sale e impastare ancora per qualche minuto.

    Su un piano, con l’impasto formare una palla, coprire con una ciotola e lasciar riposare per 30 minuti.

    Trascorso questo tempo, dare un giro di pieghe (ossia prendere una parte dell’impasto e tirarlo verso il centro, e procedere così con la pasta rimanente), riporre l’impasto in una ciotola oliata, coprire con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio.

    Dopo il raddoppio, sgonfiare l’impasto, fare 2 giri di pieghe a 3, con una pausa di 30 minuti tra una piega e l’altra (ossia, formare un rettangolo, piegare una parte verso il centro e sovrapporre la parte rimanente. Otterrete un rettangolo con il lato corto verso di Voi. Prendere la parte superiore e piegarla verso il centro, sovrapporre la parte sottostante e capovolgere in modo da avere la parte liscia in superficie).

    Tra un giro di pieghe e quello successivo, coprire con un panno.

    Prelevare dall’impasto 3 pezzi da 80 g, formare 3 cordoncini di circa 20 cm di lunghezza e intrecciarli tra loro.

    Riporre la treccia su una teglia con un canovaccio infarinato, infarinare un po’ la treccia stessa, avvolgere nella pellicola (o in un sacchetto di cellophane) e riporre in frigo per 8/12 ore.

    Con l’impasto rimanente, formare un filone e metterlo in un cestino da lievitazione ovale ben infarinato (30 cm x 13.5 cm x 6.5 cm di altezza).

    Chiudere il cestino in un sacchetto di cellophane e riporre anch’esso in frigo per 8/12 ore.

    Accendere il forno statico a 230°C.

    Trascorso il tempo necessario, ribaltare il filone su una teglia con carta da forno, spennellare la parte centrale con acqua e far aderire bene la treccia, mettendo le estremità sotto il filone.

    Infornare a 230° in forno statico con vapore per i primi 10 minuti, eliminare il vapore e abbassare la temperatura a 200°C.

    A mano a mano, ridurre la temperatura, 190-180-160°C per un totale di cottura di 60 minuti.

    Riporre il pane di campagna su una gratella e lasciar raffreddare.

Note

Ricetta adattata da cucinarcantandoconcesira.
Ho comprato il cestino qui: https://peronisnc.it/pane-e-pizza/20/cestino-lievitazione-ovale.html

pane di campagna

Facebook Comments